Visita al Parco della Lavanda nel cuore del Pollino

Il progetto agricolo Parco della Lavanda è stato scelto con l’obiettivo prioritario di tutelare il territorio, convinto di portare sviluppo e suscitare interesse. Il tentativo di diffondere il più possibile la conoscenza di questa pianta ha fatto nascere l’esigenza di creare, all’interno del Parco della lavanda, un giardino tematico, Il Giardino delle Lavande. Scopo principale è quello di esaltare “l’aspetto culturale, ricreativo e didattico….”. È stato concepito pensando ad una sorta di “giardino botanico” dove vedere, osservare, imparare a distinguere le varie tipologie di lavanda abbinate tra loro in base allo sviluppo e al colore. Le piante si mescolano ordinatamente fra di loro creando piacevoli bordure caratterizzate da profumi intensi e contrasti cromatici interessanti. In questo modo il giardino diviene un luogo piacevole non solo per gli occhi ma anche per l’olfatto.
La lavanda vera (L. Angustifolia) è una pianta che cresce spontanea nell’intera area del Parco Nazionale del Pollino, a quote tra i 900 e i 1700 metri di altitudine, particolarmente diffusa nell’area di Campotenese. Da una ricerca fatta tra gli anziani del posto, è emerso che fino a metà del secolo scorso, la raccolta della lavanda spontanea era fonte di reddito per le popolazioni locali. Una volta mietuta con la falce, in parte veniva ‘cotta’ (distillata) ed in parte venduta direttamente all’industria farmaceutica Carlo Erba di Genova.
In seguito alle opere di rimboschimento, fatte negli anni 50/60, gran parte è scomparsa, ed oggi gli esemplari presenti sono in quantità non significative. Da qui l’idea di voler verificare se questa varietà spontanea fosse riproducibile e avesse le caratteristiche necessarie e sufficienti che ne giustificassero una coltivazione e potesse essere fonte di reddito, con l’obiettivo di preservare una lavanda vera, che rischiava di scomparire. Sono state quindi selezionate otto piantine, tra le più vigorose e robuste, e poi consegnate al CNR dove è stato curato il mantenimento e la propagazione delle piante originali, quindi sono stati selezionati i tre “capostipiti” con le caratteristiche migliori e lo stato fitosanitario ottimale. Da questi tre ecotipi sono state ottenute nuove piantine che, moltiplicate in vitro, mantengono tutte le caratteristiche genetiche e sanitarie.
E' possibile assistere a tutte le fasi di lavorazione della pianta, dalla distillazione a corrente di vapore per oli essenziale al processo di essiccazione per lo sgranato, dalla saponificazione per saponette alla produzione di candele oltre alla visita ai campi in fiore.

+info
Parco della Lavanda
C.da Barbalonga 99
87016 - Morano Calabro (CS)
E-mail: info@parcodellalavanda.it
Periodo di fioritura: 30 Giugno - 10 Agosto
Orari di apertura: 8-13; 16-20
11:01 / by / 0 Comments