Intervista allo Chef Bruno Tassone

Bruno, sorianese classe '89, è un giovane a modo, rispecchia l'accogliente e sana gioventù calabrese. E' uno chef formato e competente e sulla sua manualità ai fornelli si possono tessere simili lodi. La sua cucina, per sua stessa ammissione, ha il profumo del Mediterraneo. Patron Chef del Ristorante San Domenico di Pizzo Calabro, un luogo esclusivo della cittadina murattiana con terrazza vista mare.


Come nasce la tua passione per la cucina ?
Sono stato attratto dalle tradizioni culinarie del mio territorio dalle domeniche della mia infanzia, quando cucinare i tagliolini insieme a mia madre era per me come una magia. Ben presto la mia passione divenne desiderio di apprendere sempre di più; ho frequentato l’alberghiero IPSSARA di Vibo e poi ho continuato all’Alma (Scuola Internazionale di Cucina Italiana) con Rettore il Maestro Gualtiero Marchesi.

Ci racconti qualcosa degli ingredienti che più di tutti prediligi ?
Il mio concetto di cucina si basa sull’intreccio di sapori mediterranei, dove le erbette mediterrane sono sempre protagoniste: dal basilico alla menta, dalla maggiorana al timo, al finocchietto selvatico.

Se dovessi scegliere alcuni prodotti tipici della tua regione per preparare un piatto internazionale, questi, quali sarebbero ?
I prodotti tipici della mia regione che preferisco utilizzare sono la Cipolla rossa di Tropea, la N’dujia, il Bergamotto, il Caciocavallo di Ciminà, la Liquirizia.

Qual è l'assaggio della Calabria che vuoi lasciare nei palati dei tuoi clienti ?
Cerco di esaltare le semplicità mediterranee della mia terra con la loro reinterpretazione in chiave moderna, mantenendo la giusta armonia tra tipicità regionali ed elementi ricercati.

La cucina è un veicolo importantissimo per la promozione del territorio, quali sono i tuoi piatti che più rappresentano la Calabria ?
"Polpo cotto a bassa temperatura, Patata Silana, polvere di olive nere e salsa all’aglio dolce" e "Gambero rosso di Capo Vaticano, marinato al Bergamotto, stracciatella di bufala e basilico fritto".

La ristorazione nei primi mesi di ripresa dopo il lockdown da Coronavirus: cosa cambierà ? Ci attendono i mesi del Delivery e del take–away ?
Se la ripresa dopo il lockdown avverrà come prefissato ad inizio giugno è naturale che cambierà qualcosa per la convivenza con il virus. In via preliminare sarà necessario seguire tutte le misure prescritte dalle istituzioni, quali ad esempio sanificazione, distanziamento dei tavoli, mascherine per lo staff ecc. Certamente con il cattivo tempo o nei mesi autunnali ed invernali ci sarà una spinta al Delivery e al take-away. Nei mesi estivi e con il bel tempo chi ha la possibilità di gestire tavoli all’aperto potrebbe essere favorito perché magari il cliente percepisce una maggiore sicurezza che in realtà esiste anche nei locali chiusi se gestiti secondo le regole prescritte.

Hai già fatto il conto delle soddisfazioni ? E quali traguardi intendi ancora raggiungere ?
Sono soddisfatto di quello che ad oggi sono riuscito ad ottenere con sacrificio e passione. Naturalmente ciascuno di noi ha un sogno nel cassetto, il mio è quello di vedere il cliente sorridente che, dopo aver completato un mio percorso culinario, possa dire: “grazie per avermi trasmesso emozione a tavola”.

Ci regali una tua ricetta ?
Certo ! Gambero rosso di Capo Vaticano marinato al bergamotto, stracciatella di bufala e basilico fritto.

Ingredienti per 4 persone
20 gamberi rossi
30 gr di stracciatella di bufala
Bergamotto
Basilico
Olio extravergine d’oliva
Sale

Preparazione
Sgusciare i gamberi privandoli dai carapaci, fateli marinare con il succo di bergamotto per 20 minuti, aggiungere olio e sale. Mettere in un pentolino l’olio extravergine d’oliva per friggere le foglie di basilico.

Composizione del piatto
Posizionare i gamberi nel piatto a vostro piacimento, accostandogli la stracciatella di bufala, ultimate con il basilico fritto.


VisitCalabria.it quotidianamente si occupa di promuovere le meraviglie e le unicità calabresi. Quali sono i posti della Calabria che più ti affascinano e che consiglieresti di visitare ai nostri lettori ?
La Calabria è bellissima, ci sono posti meravigliosi. Io, vivendo nella provincia di Vibo Valentia, indico la mia zona: Tropea, la Spiaggia di Grotticelle, Capo Vaticano e Pizzo.

18:04 / by / 0 Comments