La Pesca al Pesce Spada nello Stretto

Tradizioni millenarie di tramandano di generazione in generazione in Calabria e si ripetono con cadenza annuale. La pesca del pesce spada ha origini molto antiche, infatti si praticava già nel II° secolo a.C.. In origine, non veniva usata alcuna imbarcazione: Polibio ha descritto nelle sue opere questa tradizione, facendo trapelare al lettore lo stupore che lui stesso ha provato guardando per la prima volta un pescatore calabrese, appostarsi sugli scogli ed aspettare con l’arpione il pesce spada. Polibio descrive anche altre tradizioni ed usi come l’utilizzo di torrette e passerelle. La tecnica originaria di pesca nello Stretto di Messina è rimasta pressoché immutata nel tempo: si avvista il pesce, lo si insegue o lo si attende, si lancia l'arpione e si lotta per il recupero della preda.
A differenza di quanto avveniva nell'antichità, negli ultimi secoli (probabilmente dal Quattrocento) venne introdotta un tipo di imbarcazione di origine araba, chiamata Feluca o Luntre, quest’ultimo nome derivante dal latino "linter". La feluca è una barca piccola, lunga dai 5 ai 7 metri, senza chiglia, alla quale veniva richiesta la massima stabilità, con un equipaggio di cinque rematori e un arpioniere. Questi cambiavano a volte disposizione, ad eccezione del quinto uomo che saliva sull’albero maestro per avvistare la preda. Nella costruzione della barca variava la qualità del legname: a volte pino, gelso o quercia. Le imbarcazioni moderne (chiamate sempre "Feluche"), sono costituite da un’alta torre per l’avvistamento ed una passerella per l’arpionaggio; queste due parti sono molto importanti perché, collegate direttamente da funi e tiranti, garantiscono stabilità all’imbarcazione.
La barca è dotata anche di due motori per affrontare le correnti dello Stretto. La torre innalzata al centro della barca ha in cima una coffa, dentro alla quale prende posto l’ultimo componente dell’equipaggio, forse il più importante, dato che dà comunicazioni riguardo alla navigazione e alla presenza o meno del pesce. Nelle bella stagione è possibile effettuare attività di pescaturismo con partenza dal porto di Scilla e assistere alla cattura del pesce spada a bordo di una autentica Feluca, oltre a raggiungere splendide grotte e spiagge incontaminate.

+info
Boating Scilla
Tel. +39 324 60 44 423
E-mail: info@boatingscilla.it

11:40 / by / 0 Comments